016 – Visual Storytelling: raccontare con le immagini

Che cos’è il Visual Storytelling

In questa puntata di Storybizz ci siamo posti la domanda che cos’è realmente il Visual Storytelling e se sia sempre la scelta migliore per un’azienda. Abbiamo provato a dare una risposta utilizzando delle basi teoriche certe.
Lo Storytelling in generale e quello visuale in particolare sono al centro dell’attenzione degli addetti ai lavori e dei semplici curiosi. Spesso viene presentato come “soluzione a tutti i mali” perché le immagini rimangono più impresse delle parole. Con il crescere dell’interesse per l’argomento però aumentano le errate informazioni. Spesso si fa coincidere il Visual Storytelling con un progetto visuale che nulla ha a che fare con lo Storytelling che si basa su dei costrutti teorici ben specifici.

Visual storytelling

Come realizzare un progetto di Visual Storytelling

La puntata di #Storybizz è divisa in tre parti.

Prima parte:
Che cos’è e cosa non è il Visual Storytelling. Come si realizza un progetto di narrazione fotografica con una sequenza di immagini? Per dare una risposta chiara e veritiera ci siamo serviti anche delle parole del fotografo americano Jerod Foster e del suo libro “Fotografia digitale: raccontare con le immagini edito da Hoepli.

Seconda parte:
Perché non bisogna confondere i metodi di comunicazione. Vi presentiamo il caso World Press Photo 2015. Il vincitore di uno dei concorsi di fotografia più importanti al mondo è stato squalificato perché ha usato lo Storytelling.

Terza parte:
Rispondiamo alla domanda: il Visual Storytelling è sempre la scelta migliore per un’azienda? In questa parte della puntata affrontiamo il tema dell’importanza del conoscere il nostro target e vi presentiamo un caso in cui scegliere lo Storytelling è stato un enorme flop portando all’azienda un ROI negativo.

Visual storytelling: gli elementi

Ecco alcun elementi fondamentali per una narrazione fotografica:

  • Bisogna far vedere e non dire.
  • Alta qualità delle immagini: la prima impressione è quella che conta.
  • Ci deve essere una storia con un inizio, un incidente, un conflitto, una risoluzione. L’arco di Aristotele.
  • Deve presentare un conflitto perché senza un problema non c’è la storia. Il conflitto può anche essere implicito.
  • Il racconto fotografico deve trattare un grande tema, un tema il più possibile universale.
  • Deve far provare un’emozione.

Per conoscere il resto, ascolta la puntata.

Musica: www.bensound.com