035 Lettera di presentazione con lo Storytelling

Come scrivere una lettera di presentazione usando l’arte dello Storytelling

Chi non si è trovato a porsi la fatidica domanda: “e ora come scrivo la lettera di presentazione da allegare al curriculum?”. Per la scrittura del curriculum esistono, quantomeno, dei formati a cui attenersi, ma per la lettera di presentazione vengono solo dati dei consigli. Siamo sicuri poi che seguendo i consigli tradizionali la nostra lettera di presentazione farà breccia sul destinatario dandoci una possibilità in più per arrivare al colloquio?
In questa puntata di Storybizz ho fatto un viaggio tra le persone chiedendo quale fosse il loro comportamento nei confronti di questo strumento. Analizzando punti di forza e punti di debolezza ho risposto alla domanda: come scrivere una lettera di presentazione usando lo Storytelling.

Lettera di presentazione in 6 parti

Negli Stati Uniti la scrittura della lettera di presentazione usando le tecniche dello Storytelling è una pratia diffusa già da anni. Per scrivere le 6 parti in cui dividerla mi sono servita dei suggerimenti di due esperti del business: Danny Rubin e Tanvi Gautam. Se non li conoscete seguiti i link e date un’occhiata ai loro profili.
Prima di elencarvi le 6 parti in cui suddividere la vostra lettera di presentazione vorrei darvi qualche consiglio che vale sia se vogliate seguire il metodo tradizionale, sia che vogliate fidarvi dello storytelling. Siate brevi, concisi, non ripetitivi, scrivete una lettera specifica per ciascuna candidatura. Dovete far capire all’azienda che quella lettera la state scrivendo solo per lei. Un’azienda è come una donna: per conquistarla dovete farla sentire unica. Pensate ai vostri punti di forza utili per il posto di lavoro per cui vi state proponendo e solo dopo scrivete.
Nella puntate del podcast vi do anche un esempio pratico.

Le 6 parti di una lettera di presentazione usando lo storytelling:

  • Parte 1: Iniziate la vostra lettera con una storia. Portate il lettore dentro una narrazione. Stupitelo. Dovrà pensare: “questa lettera è diversa, chissà come continua?” Oppure, ma cosa c’entra, la tempesta?(ascolta esempio nella puntata) Però sono curioso e continuo a leggerla”.
  • Parte 2: Introduci te stesso, le tue capacità utilizzando aneddoti, eventi della tua vita che stanno in relazione con l’incipit. Scegli un aneddoto che faccia capire quali siano le tue competenze.
  • Parte 3: Fai in modo che si comprenda che tu sei esattamente la persona idonea per quel lavoro, che ne hai le competenze.
  • Parte 4: Fai vedere che conosci l’azienda, che l’hai studiata. Metti in evidenza le azioni che dell’azienda ammiri. Scrivi come credi che le tue competenze possano apportare benefici al business.
  • Parte 5: Condividi altre tue qualità che possono servire all’azienda. Qualità che in qualche modo erano evidenti anche nella storia che hai raccontato. Mettile più in evidenza. Non dimenticare mai che con la lettera stai facendo compiere al lettore un viaggio.
  • Parte 6: Concludi la lettera da dove sei partito. Rendi la lettera circolare.

L’aneddoto che si sceglie deve avere qualche relazione con la posizione per cui ci si sta candidando. Bisogna riuscire, anche in uno strumento che apparentemente è freddo, a trovare empatia con chi legge. Si deve sempre scegliere quale emozione far provare: gioia, riso, commozione, paura.

Questo in breve quello che troverai nella 35esima puntata di Storybizz. Ascolta la putanta e condividi con noi la tua lettera di presentazione.

Forse non a tutti serve però una lettera di presentazione